Ciao! Riprendiamo l'ultima lezione, i nomi in isti**a* per formulare semplici frasi colloquiali. Nel parlato si usano più i verbi; nello scritto più i sostantivi, per essere formali, così come si fa in italiano. Ad esempio, scriviamo "grazie dell'attenzione", ma diciamo "grazie che sei stato attento".

batrek al hadia 3ind al istiqbal: lascio il regalo in portineria. //Occhio al verbo TRK lasciare. 3inda è la preposizione a, presso.

shu btistafid?: che te ne fai, a che ti serve, a che ti giova?

mish lazim ta7fa6' shi, al istintaj bikaffi. Non devi memorizzare niente, il ragionamento basta. //occhio al verbo 7F6', memorizzare, serbare, conservare

ma tistislamish: non ti arrendere.

Bi Italia fi khams manaatiq mustaqella. in Italia ci sono 5 regioni autonome. //Bi solo nella lingua parlata; nel classico si dice FI. Fi solo nella lingua parlata; nel classico si dice HONAKA. Mustaqella ha la forma del femminile singolare, con aggiunta di TA marbuta, cioè ti legata, nel senso che non è pronunciata se non è seguita da altre lettere. Si usa questa forma per il plurale delle cose, oggetti/esseri inanimati o non raziocinanti (cioè sempre eccetto per le persone). Scrivo indifferentemente mustaqell come si sente pronunciato, o mustaqill come appare scritto.

ma bihimnish al istiqrar: non mi importa la stabilità, l'essere stabile, lo stabilirmi.

ba7ibb al istimrar: mi piace/amo la continuità.

kif biddi asta3mal hadi al màkana? come faccio a usare questa macchina (in Lib. haidi; makàna)

wemta mnistakhdam hadi l kilme? quando usiamo questa parola? (Lib: ay mata; classico: kalima)

istithna2ian bukra ma fish ijtima3. Eccezionalmente domani non c'è la riunione (Lib. ma fi). Occhio alla radice JM3 mettere insieme, come mujtama3 (società), ijtima3i (sociale), jamii3 (tutti), mujamma3 (stazione, luogo di incontro), jamii3an (insieme), jum3a (venerdì, o anche settimana in Lib.), jame3 (moschea), jame3a (università).

 

 

Aggiungi commento

l'immagine mette a confronto una rappresentazione del corteo nuziale in Terra Santa e l'ingresso di Gesù a Gerusalemme una settimana prima della Sua Resurrezione

Ricevi online in PDF il mio libro in inglese "Nuptial Symbols in Folk Traditions" (Simboli nuziali nelle tradizioni popolari) contattandomi per e-mail. Tratta specificatamente delle tradizioni popolari riguardo al matrimonio, confrontando ogni simbolo presente in esse con quelli biblici che ci parlano delle nozze celesti tra Cristo Sposo e la Chiesa Sposa. Puoi ricevere anche la mia tesi "La famiglia, chiesa domestica, vivificata nella vita sacramentale: La necessità della partecipazione ai sacramenti per vivere  la vita coniugale e familiare nella pienezza del Signore". Offerta libera!

  • Malta
    Malta
  • Siracusa
    Siracusa
  • Reggio
    Reggio
  • Pozzuoli
    Pozzuoli
  • Foro Appio e Tre Taverne
    Foro Appio e Tre Taverne
  • Roma
    Roma