Ciao!

per memorizzare le parole delle ultime lezioni, cito delle espressioni comuni.

Mazbut willa la? o sa77 willa la? // giusto o no?

Ah, mazbut hek. // sì, è giusto così.

kif laqet al beit? - laqeto masruq // come hai trovato la casa? - l'ho trovata derubata (citazione dei miei amici di Mosul). Nota: in Libano sarà la2it e la2ito, così come tutti i verbi della stessa forma, per esempio 7aket (ho parlato), dallet (sono rimasto), sa7et (mi sono svegliato, Pal.), wa3it (mi sono svegliato, Lib.)

mafrud ta3mali heka // per forza devi fare così (nota che hek finale diventa heke in Libano e heka in Palestina, così come kaman, diventa kmene in Libano e kamana in Palestina)

lazim tsawwi shi jdid ktir// devi fare una cosa nuovissima (Pal.) mentre in Lib. lezim ta3mal shi jdid. Come pronunciare tante consonanti ravvicinate? mettendo una e prima della parola. Per esempio la frase si pronuncerà lazim etsawwi shu jdid ektir...

"niyyalek ya akhuy ya maghlub" (citazione dei Jadal, cercateli su Youtube) // "beato te, o fratello mio, o sconfitto" (non dite "niyyalek" spesso, perché ci sono persone che hanno paura che lo diciate per invidia e che porti male)

al bint ktir mahdume // la ragazza è molto simpatica. Nota: bint (pron. binet, con e molto breve, che non esiste nel classico), significa anche figlia, è il femminile di ibn, che nella lingua colloquiale è iben, per lo stesso motivo. Così tutte le parole che nella lingua classica sono del tipo *(vocale)**, diventano *(vocale)*e*. Nella lingua classica si dice "fata".

al shab mahdum // il ragazzo è simpatico

al tef'l 'zghir // il bambino è piccolo (ho trascritto la e breve, che si aggiunge nel colloquiale con l'apostrofo, per ricordarci che la frase si pronuncerà at tefel ezghir). L'aggettivo zghir del levantino corrisponde al classico saghir, con consonante Sad.

L'articolo AL perde la L nella pronuncia e raddoppia la prima consonante della parola successiva, se questa inizia per T, TH, t, D, DH, Z, R, L, N, SH, S, s, per lo stesso motivo per cui noi usiamo alternativamente IL oppure LO davanti a parole che iniziano per Z, S*, ps, pn, y e altre parole che altrimenti suonerebbero male.

L khtiar 7akim // l'anziano è saggio

Al mar2a mrattabe // la donna è elegante, ordinata, tirata a lucido (aggettivo nella lingua colloquiale)

fi ktir sabaya // ci sono molte ragazze (plurale di sabiya nella lingua colloquiale, fata in quella classica)

Aggiungi commento

l'immagine mette a confronto una rappresentazione del corteo nuziale in Terra Santa e l'ingresso di Gesù a Gerusalemme una settimana prima della Sua Resurrezione

Ricevi online in PDF il mio libro in inglese "Nuptial Symbols in Folk Traditions" (Simboli nuziali nelle tradizioni popolari) contattandomi per e-mail. Tratta specificatamente delle tradizioni popolari riguardo al matrimonio, confrontando ogni simbolo presente in esse con quelli biblici che ci parlano delle nozze celesti tra Cristo Sposo e la Chiesa Sposa. Puoi ricevere anche la mia tesi "La famiglia, chiesa domestica, vivificata nella vita sacramentale: La necessità della partecipazione ai sacramenti per vivere  la vita coniugale e familiare nella pienezza del Signore". Offerta libera!

  • Malta
    Malta
  • Siracusa
    Siracusa
  • Reggio
    Reggio
  • Pozzuoli
    Pozzuoli
  • Foro Appio e Tre Taverne
    Foro Appio e Tre Taverne
  • Roma
    Roma